Sei Qui: Home - Guida ALC - Che cos'è come funziona l'attivatore batterico


L'attivatore batterico in acquario è un pò come una religione: o ci si crede oppure no!

Ma che cos'è l'attivatore batterico o cosa dovrebbe essere?

Teoricamente l'attivatore batterico per acquario dovrebbe essere un liquido o una polvere contenente "batteri buoni" che una volta introdotti in acquario dovrebbero colonizzare il filtro, proliferare e cominciare a lavorare biologicamente.

Altri lo considerano semplicemente una trovata commerciale per assecondare le voglie e l'esigenza di cominciare subito ad inserire pesci in acquario. Sentimento purtroppo tipico nei neofiti del settore.

Sostanzialmente l'attivatore batterico si può usare oppure no, poco cambia, perchè l'attesa della maturazione dell'acquario avrà comunque gli stessi tempi. Quindi in realtà l'attivatore batterico può aiutare la partenza di un filtro in un acquario appena allestito, ma non accelererà i tempi di inserimento dei pesci in acquario come invece quasi tutti i prodotti in commercio inneggiano.

Per farvi capire meglio come funziona il discorso attivatori batterici in acquario, vi farò un esempio semplice semplice.

Avete presente il lievito di birra? Sono funghi che producono co2 come prodotto di scarto del loro metabolismo e attraverso i quali noi facciamo lievitare la pasta per la pizza ed il pane.

Molti di voi sapranno che cos'è la pasta madre. Per chi non lo sapesse è una pasta lievitata, fatta con acqua e farina, che viene lasciata per giorni e mesi a "riposare" affinghè i lieviti presenti nell'aria e nell'ambiente colonizzino la pasta facendola lievitare, esattamente come i lieviti di birra, ma in tempi più lunghi.
Si utilizzerà poi un pezzetto di questa pasta madre che aggiungeremo all'impasto del giorno per far lievitare il pane di giornata.

Quindi, sostanzialmente, il lievito di birra è un accelerante comodo e indispensabile da usare subito, sono lieviti gia pronti e disponibili per avere una lievitazione rapida, senza dover aspettare i tempi di colonizzazione dei lieviti provenienti dall'ambiente e dall'aria. Se non si ha il tempo di realizzare la pasta madre, si usa i lieviti di birra.

La leggenda narra poi, che il pane o la pizza realizzati con pasta madre siano molto più digeribile di quelli fatti lievitare con lievito di birra.

Al di là di questo però, potete concepire l'attivatore batterico un pò come il lievito di birra per la panificazione.

Un acquario partito con attivatore batterico dovrebbe maturare prima perchè saremo noi ad aggiungere i batteri, che, sempre teoricamente dovrebbero colonizzare prima il filtro perchè più numerosi in partenza e pronti a riprodursi e svilupparsi.

Un acquario che parte invece senza attivatore batterico è un pò come la pasta madre. Verrà colonizzato dai batteri provenienti dall'aria ed in minima parte gia presenti in acqua, che si riprodurrano mano a mano con tempi più lunghi (circa 30 giorni).

Batteri e attivatori batterici Perchè però uso la parola teoricamente?

Perchè gli attivatori batterici non sempre funzionano. Forse quelli di marche note e più costosi potrebbe facilitare un pò la maturazione, ma non ci sono garanzie che i batteri siano effetivamente vivi o che i batteri non muoiano non appena inseriti in acquario. Del resto sono pur sempre microrganismi molto sensibili che potrebbero subire lo shock improvviso di essere inseriti di "botto" in un ambiente a loro non congeniale e nessuno potrà darvi garanzie in questo senso.

Anche i lieviti di birra sono molto sensibili, e capita non di rado che i ieviti non facciano il loro lavoro, cioè non lievitino il pane... perchè probabilmente morti per un errato inserimento nella pasta.

Quali sono le certezze quindi?

Di certo è che io e molti altri acquariofili non usano e non hanno mai usato attivatori batterici, nè quando si avvia un acquario, tanto meno quando si fa i cambi periodici dell'acqua.

Il motivo è semplice: usare o no l'attivatore batterico non accelerà il processo di maturazione dell'acquario (non fidatevi dei negozianti o di chi produce questi prodotti, loro hanno interesse a dirvi che sono indispensabili, perchè devono guadagnare vendendovi i loro prodotti, io invece dicendovi che non serve non ci guadagno nulla).

Quindi serviranno comunque 30 giorni o anche di più per far maturare bene un acquario e cominciare ad inserire gli animali, attivatore batterico o no. Tanto vale a questo punto farne proprio a meno e spendere i soldi risparmiati comprando un alimento buono e superenergetico per i pesci invece dell'attivatore batterico.

Mangimi per pesci tropicali Concludo dicendo: la pasta madre si dice sia migliore perchè il processo di lievitazione è lungo e garantisce così una migliore digeribilità del pane.
Credo che anche in acquario lasciare fare a "mamma natura" sia decisamente meglio.

Se il problema è attendere, allora vi consiglio di cambiare hobby!


© Acquari Low Cost 2014 - Da un idea di Duf (Andrea Catarsi)